Il Grand Palais – museo – Paris 8thL'area degli Champs Elysees

Il Grand Palais, situato tra Winston Churchill Avenue e il General Eisenhower Avenue sulle rive della Senna, fu costruito tra il 1897 e il 1900 per sostituire il Palazzo dell’Industria costruito nel 1855.
Il Grand Palais come il Petit Palais e il ponte Alexandre III furono costruiti per l’Esposizione Universale del 1900. Era parte di un programma architettonico urbano progettato per creare una prospettiva tra gli Champs-Elysées e la Invalides Avenue.

Il coordinamento è affidato all’architetto Girault, responsabile anche della costruzione del Petit Palais.
Un piano H è imposto ai concorrenti per consentire una buona integrazione dell’edificio nei giardini e una nave enorme per ospitare più eventi, pianificati o imprevedibili.

Poiché nessun progetto è emerso dal concorso lanciato per la sua costruzione, il Grand Palais è un’opera collettiva di Henri Deglane, Albert Louvet e Albert Thomas.
I primi edifici intermedi (barra orizzontale H), Thomas, il settore del ritorno, in Franklin Roosevelt Avenue.
Come nel Petit Palais, la costruzione, che utilizza cemento, è una struttura metallica racchiusa in una facciata in pietra.

L’adozione dello stile neoclassico francese per le facciate segna la fine dell’eclettismo e annuncia l’inizio del 20 ° secolo.
Albert Louvet si occupò delle strutture della nave trasversale, il cui arredamento è scomparso, e della grande scalinata, compromessa tra classicismo e Art Nouveau.

Questa scala originariamente ha portato ad un vasto salone d’onore, studiato per essere in grado di trasformarsi in una sala da concerto.
Il programma iconografico delle facciate si appoggia pesantemente su tre principali scultori: Georges Recipon per le quadriglie di rame martellato, Victor Peter e Falguière per i gruppi di bronzo.

Le decorazioni policrome sono dovute a Louis-Edouard Fournier per il fregio a mosaico e a Joseph Blanc per il fregio in gres porcellanato.
Il Grand Palais è stato inaugurato il 1 ° maggio dal Presidente della Repubblica Emile Loubet e dai Ministri Millerand e Waldeck Rousseau.

Tra il 1900 e il 1937, il Grand Palais riceve periodicamente il Salon (mostra annuale di dipinti contemporanei), mostre di società di artisti e vari eventi come il salone dell’auto, lo spettacolo dell’aviazione, la fiera d’arte pulizie e spettacoli a cavallo.
Il Palais de la découverte è stato installato nel 1937 nella parte occidentale dell’edificio, vale a dire 25.000 mq. Su un totale di 40.000 mq.

La creazione di altri centri espositivi a Parigi e in periferia che trasferiscono attività, modifica la natura delle sue attività.
Dopo le riparazioni intraprese sotto il ministero di Malraux, il Grand Palais concentra le sue attività sulla cultura, importanti mostre temporanee

Il Grand Palais è stato anche utilizzato per l’Esposizione di Arti Decorative del 1925
Per l’Esposizione Internazionale di Arti e Tecniche del 1937 creò il Palais de la Découverte che occupa la metà occidentale del Grand Palais. cioè 25 000 m2.
Il Grand Palais si affaccia sul Petit Palais separato da Winston Churchill Avenue, nel 1937 il Palace of Discovery è stato creato con l’ingresso sul retro del Grand Palais in una parte dell’edificio, accanto al giardino della valle La Svizzera si trova in Place du Canada.

il Grand Palace è stato classificato nella sua interezza come monumenti storici il 6 novembre 2000 ed è di proprietà dello stato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *